Ecco come ho scelto il mio passeggino leggero e gli occhiali da sole

Buongiorno mamme!

Dal momento che alcune mamme mi hanno chiesto maggiori informazioni, ho deciso di condividere con tutte voi qualche notizia in più riguardo all’ultimo post.

Iniziamo con le marche degli occhiali da sole che ho preso in esame per il mio cucciolo: ho valutato la marca Chicco (prezzo indifferenziato per tutti i modelli presenti in negozio fissato a 19,90€) che propone occhiali in vari modelli e colori (distinti tra bimbo e bimba) e diverse grandezze in base all’età (da 6 mesi fino a 24 mesi). L’età indicata sull’etichetta però è solo un’indicazione generale, bisogna provare gli occhiali al bimbo e vedere quale si adatta meglio alla forma e dimensione del viso. Edo ad esempio ha un 12 mesi, anche se di mesi ne compirà 9 il prossimo venerdì.

La seconda marca che ho valutato e che a mio parere è molto valida, è Polaroid, leader nel settore degli occhiali, che ho trovato in un negozio di ottica. Anche in questo caso, ho trovato un vasto assortimento di modelli e colori, anche se la distinzione tra “maschio e femmina” non è così netta come negli occhiali Chicco. La dimensione è più o meno standard, non offre degli occhiali per i “piccolissimi” e confrontandoli, la dimensione più piccola equivale più o meno alla dimensione dei 12 mesi degli occhiali marca Chicco. Qui i prezzi vanno dai 20€ fino anche ai 50€, gli occhiali hanno un’ ottima lente, montatura flessibile e vengono tutti forniti con la molla che tiene ben saldi gli occhiali alla testa del bimbo. 

Alla fine io ho optato per gli occhiali Chicco, buona lente, montatura flessibile e prezzo contenuto. Questo perché tenendo conto del ritmo di crescita dei bambini in questa fase e del fatto che sarebbero stati spesso buttati in terra, messi in bocca, usati come giocattolo o ossa da sgranocchiare, maltrattati e magari immersi nella sabbia al mare, non volevo spendere una cifra esorbitante per poi pentirmene amaramente. Così Edo potrà giocarci come vuole e all’occorrenza usarli come occhiali da sole!

Per quanto riguarda il passeggino leggero, ho spaziato tra le innumerevoli marche che il mercato può offrire, dagli ultimi modelli fino a quelli meno recenti. Li ho valutati tutti e poi ho trovato quello più adatto alle mie esigenze. Ci sono gli ultra leggeri di appena 3,9kg, ci sono quelli talmente compatti da occupare un piccolo posticino nel baule dell’auto, ci sono quelli super maneggevoli e che apri con un dito, quelli che puoi portare in spiaggia e sulla ghiaia. Ovviamente, cambia la struttura e gli accessori, i materiali, i colori, la stabilità e il prezzo. Tutte cose che vi consiglio di “toccare con mano” andando a visionarli di persona in un negozio specializzato e che possa offrire una vasta gamma di prodotti in modo da poter trovare/provare più o meno tutte le marche e valutare tutte le alternative. Io una prima “scrematura” l’avevo già fatta a casa, cercando notizie sul web, ma andare in negozio è stato comunque utile per togliere ogni dubbio e valutare alcuni aspetti che non avevo considerato. 

Alla fine, abbiamo acquistato il modello Trip dell’Inglesina e devo dire che dopo averlo usato per alcune settimane, sono davvero soddisfatta dell’acquisto.

Se avete dei dubbi o delle domande, non esitate a chiedere, sarò ben felice di rispondervi.

A presto, Ilaria

Un pensiero su “Ecco come ho scelto il mio passeggino leggero e gli occhiali da sole

  1. alice ha detto:

    Noi, invece, dopo aver utilizzato il Trilogy Inglesina, abbiamo optato per l’ultra -ultra- leggero della Recaro… e come in tutte le cose ecco i pro:
    – ultra leggero,
    – ultra compatto (da chiuso, diventa un cubo, rimane tantissimo spazio nel bagagliaio),
    – ultra maneggevole, si apre e si chiude con una mano,
    – bei colori
    e i contro:
    – troppo ultra compatto: è praticamente essenziale, cestello inferiore minimo, non ci sta neppure la sacca del cambio,
    – niente barra davanti,
    – nessun accessorio para pioggia o altro ad eccezione della cappottina per il sole,
    – il prezzo non proprio accessibile.
    vi chiedete perchè lo abbiamo acquistato?!?!?
    Mio marito si era stancato del peso del Trilogy ma soprattutto… dell’ingombro!
    Cmq consiglio anche io di andare in negozio a testare direttamente… è un tipo di acquisto in cui giocano molto le necessità personali e la sensazione alla prova.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...