Andiamo al corso di nuoto!! Un diversivo per la mamma e per il bebè

Doriana ci racconta: Andiamo al corso di nuoto!! Un diversivo per la mamma e per il bebè 

Ciao sono Doriana, ho 33 anni e da 4 mesi e mezzo sono mamma della piccola Arianna, una bimba in spendida forma e generalmente tranquilla. Io ed il mio compagno Roberto siamo dell’idea che i bimbi non vadano rinchiusi in casa e tenuti sotto una campana di vetro. A noi piace viaggiare e vivere esperienze sempre nuove e ci piacerebbe che nostra figlia riuscisse a “reggere il ritmo”, ovviamente rispettando le sue esigenze. E cosa meglio dello sport per iniziare? Per una cucciola così piccola l’unico sport praticabile poteva essere il nuoto, utile e completo.

L’idea era nell’aria, ma non ne avevamo ancora parlato in modo serio.

Tutto parte da un pomeriggio in cui io, presa dallo sconforto e dalla noia della maternità, capisco che è ora di trovarsi un diversivo. Sì perchè la maternità, per quanto sia meravigliosa, a tratti può risultare anche noiosa: pappe, pannolini, giochini vari e lunghe passeggiate, ma sempre nei soliti posti…

Prendo in mano il telefono e chiamo la piscina comunale del mio paese per informazioni sui corsi per neonati. Mi hanno detto che la piscina ha una vasca apposta per bimbi da 0 a 36 mesi, con acqua bassa e riscaldata a 32°c, che gli spogliatoi sono dotati di fasciatoi, che un genitore deve entrare in vasca col figlio, mentre l’altro può stare a bordo vasca. I neonati vengono accettati solo dopo aver fatto la prima vaccinazione (ok, per noi era già stata fatta), che devono portare il pannolino contenitivo (che si può acquistare nella maggior parte dei supermercati o negozi per bambini) e, nel caso di molti capelli, anche la cuffia. Per quanto riguarda l’organizzazione dei corsi, si poteva scegliere se andare alle 16 o alle 19 per una o due volte alla settimana. Il corso delle 16 mi sembrava perfetto per occupare i pomeriggi. Attendo il ritorno del mio compagno, gliene parlo (senza dirgli quale dei due orari preferivo) e lui subito “ le 19 sono perfette così posso venire anch’io!” – ah ecco, ora dovrò trovarmi un altro diversivo! In questo modo però potevamo vivere un bel momento di famiglia e quindi accettai subito. Mai decisione fu così azzeccata, prima di tutto perchè è veramente bello portare insieme la nostra ranocchietta in piscina e poi anche per la parte pratica della cosa.

La piscina in cui andiamo noi è ben organizzata dal punto di vista spogliatoi e vasca, ma è un disastro per quanto riguarda le docce. Ma andiamo con ordine. Allora, Arianna ha iniziato la sua prima lezione veramente presto, a 2 mesi e 3 settimane ed a detta dell’istruttore era da qualche anno che non vedeva una bimba così piccola perchè la maggior parte inizia a 4-5 mesi, dopo la seconda vaccinazione. Lì qualche dubbio c’è venuto, noi non avevamo sentito il pediatra, l’avevamo portata e basta, ma ormai Arianna era già in acqua con me e a quel punto abbiamo continuato la nostra lezione. Il giorno dopo però ho sentito subito il pediatra che mi ha rassicurata dicendomi che non era un problema di vaccinazione, ma più che altro, andando in una piscina in cui vanno tutti, poteva rischiare di prendere qualche fungo. Non che la cosa ci piacesse, ma abbiamo deciso di continuare a portarla.

Il primo impatto con l’acqua è stato positivo, Ari era un po’ spaesata, si vedeva che non era tranquilla come a casa, ma non piangeva e per una neonata della sua età è già molto! La lezione dura 40 minuti e lei già la prima volta è riuscita a star dentro per 30 minuti fino a che ha iniziato a piangere e su suggerimento dell’instruttore l’abbiamo fatta uscire dall’acqua per evitare che associasse la piscina ad un brutto momento. Era stata anche troppo brava! Fondamentale in questo è il ruolo del genitore che deve essere calmo e rilassato in modo da trasmettere fiducia al bimbo. I problemi però si sono presentati una volta arrivati nel reparto docce. In questa struttura è presente una zona a parte per bimbi da 0 a 5 anni e questo mi rassicurava. Da casa immaginavo che ci fosse qualche attrezzatura che agevolasse il lavaggio del neonato e invece no! Niente di niente, docce normali, come quelle degli adulti e con un pulsante a spinta per far uscire l’acqua per non più di 6-7 secondi. Questa condizione rende praticamente impossibile ad una mamma sola lavare il suo bambino se questo non cammina. Non ho mica 4 mani! Devo tenere in braccio mia figlia, insaponarla e tenere aperta l’acqua. Come faccio da sola?? In questo la presenza del papà risulta essenziale! Lui la tiene in braccio ed io apro l’acqua e la lavo. E la prima lezione è andata!

Ora abbiamo già fatto 7 lezioni ed Arianna diventa sempre più bravina. E’ più tranquilla e sta prendendo confidenza con l’acqua e con l’ambiente. Addirittura ad ogni lezione l’istruttore le fa fare 3-4 immersioni con la testa e lei non piange, pur bevendo tutte le volte! A noi piace molto portarla ed ora, in vista del mare, anche noi siamo più sicuri perchè sappiamo come comportarci.

Col senno di poi vorrei darvi i seguenti consigli:

– consultatevi con il pediatra prima di iniziare;

– valutate attentamente la struttura e prima dell’iscrizione chiedete di poter visionare docce e spogliatoi;

– se la struttura scelta non presenta attrezzature adatte ai neonati, scegliete un orario in cui possono essere presenti entrambi i genitori almeno fino a quando vostro figlio non cammina;

– iniziate con calma. Noi abbiamo pensato di farle fare una sola lezione a settimana per non esagerare (due ci sembrano troppe per il momento) e per non più di 30 minuti alla volta – poi si innervosisce dato che per lei è molto stancante;

– preparate il bimbo nel corso della giornata prima della lezione: fatelo dormire il più possibile, se è riposato sarà più tranquillo;

– non agitatevi quando entrate in acqua con lui. I bimbi sentono la vostra tensione e valuteranno l’ambiente come ostile. Al contrario se trasmetterete tranquillità, lo prenderanno come un gioco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...